Risultato/i per: IMMOBILIARE

31/12/2017

Bilancio di fine anno

Come ogni fine anno arriva il momento del bilancio e nel settore immobiliare certamente si può affermare in generale che il 2017 è stata un’annata positiva con una ripresa che si è consolidata e che non ha ancora terminato la sua fase di rilancio. Nel 2018 si concretizzeranno definitivamente quei segnali che già nel 2016 avevano fatto capolino in Italia e che ormai ci permettono di dire che il peggio alle spalle. Non bisogna pensare con ciò che si possa tornare a vendere ai prezzi del 2006 , per prendere come riferimento un anno particolarmente brillante per il settore ma anche dopato dalla bolla speculativa, nè  che si possa vendere solo “sulla carta” ma certamente sia i prezzi che le tempistiche di vendita sono migliorate ulteriormente nel 2017 come in […]
Continua a leggere
2/4/2017

Mipim 2017

Il Mercato Internazionale per gli Immobili conosciuto diffusamente come MIPIM anche quest’anno ha fatto registrare un boom di presenze e si è imposto all’attenzione mondiale come evento cluou del real estate. Svoltosi come sempre a Cannes dal 14 al 17 Marzo si è trasformato in un palcoscenico in cui sono stati presentati i grandi progetti immobiliari in corso e del futuro alla presenza di oltre 23mila partecipanti suddivisi tra investitori e istituzioni finanziarie,architetti,sviluppatori,utilizzatori finali,gruppi alberghieri,autorità amministrative. Presentati oltre mille progetti con 90 Paesi partecipanti e oltre 2600 società espositrici. Sempre più l’attenzione è stata rivolta agli investitori istituzionali che in quest’edizione hanno rappresentato 600 miliardi di dollari di asset in gestione. Da segnalare il debutto alla kermesse degli Stati Uniti e la massiccia presenza di fondi sovrani: Abu Dhabi, Singapore,Quatar,Kuwait […]
Continua a leggere
24/10/2016

La crescita di Milano

Una città rinata…almeno dal punto di vista immobiliare. Appare così oggi Milano ai visitatori e ai residenti più attenti. La città nel 2015 ha attirato la metà degli investimenti immobiliari non residenziali registrati in Italia, quattro miliardi di euro diventando sede di gruppi internazionali come Google e Samsung. Un dinamismo che ha contagiato anche il mercato residenziale con un +28% di vendite nei primi sei mesi del 2016 aumento nettamente più marcato rispetto al resto del Paese e con calo dei prezzi molto contenuto o addirittura inesistente in alcune zone. Sicuramente un valore in controtendenza rispetto al resto d’Italia dove le compravendite sono aumentate rispetto al 2015 di un +7% ma senza raggiungere la quota di 500.000 nuove transazioni considerato come dato fisiologico per certificare la ripresa. Un’ analisi dettagliata […]
Continua a leggere
5/7/2016

Dopo Brexit

Il real estate cerca di difendersi dagli effetti della Brexit in un panorama agitato tra turbolenze e incertezza per il futuro, soprattutto sotto il profilo della crescita economica. I listini di settore in Borsa hanno avuto un buon 2015 mentre non è stato così per i primi 6 mesi del 2016 dove l’attesa prima e lo shock dopo di Brexit hanno prodotto volatilità e revisione delle attese. Cogliendo l’aspetto positivo dell’uscita londinese va anche specificato che l’importanza dell’immobiliare come classe di investimento alternativa non diminuisce alla luce della scelta del Regno Unito perchè la volatilità rappresenta un’occasione per entrare nel settore o per realizzare una rotazione di portafoglio. In questo contesto sicuramente un mercato minore come quello italiano viene penalizzato a favore di mercati più grandi e attraenti europei o […]
Continua a leggere
2/4/2016

Il web per gli immobili pubblici

Dal 16 Marzo è online la nuova “vetrina” degli immobili pubblici da valorizzare sul sito www.investinitalyrealestate.com aperta a investitori privati, istituzionali, ricche famiglie, catene alberghiere in cerca di opportunità. In passato il Governo aveva già cercato di percorrere strade simili ma con scarsi risultati anche a causa del basso livello di offerta concentrato su caserme o Fari la cui trasformazione urbanistica aveva un basso livello di  fattibiltà.Questa volta in realtà nel novero delle proposte entrano anche ex aree industriali, castelli, proprietà storiche. Mentre in passto gli asset immobiliari venivano conferiti da soggetti determinati come ad esempio l’Agenzia del Demanio, in questa tornata piu’ soggetti istituzionali hanno partecipato alla selezione e al conferimento dei beni pubblici da valorizzare. Gli immobili che già sono pubblicizzati sul sito hanno un’attrattiva internazionale, una destinazione […]
Continua a leggere
25/3/2016

La ripresa accelera in provincia

La ripresa del settore immobiliare si consolida anche nelle città di provincia che stanno intraprendendo lo stesso percorso delle aree metropolitane. All’aumento delle compravendite (+9%) si affianca la frenata del calo dei prezzi (-2%) , la diminuizione dei tempi di vendita (8 mesi circa contro i 10 circa di un anno fa) e la stabilizzazione degli sconti in fase di trattativa  (il 17% circa). Un altro aspetto che arriva dalla provincia a confermare il trend positivo è l’aumento delle compravendite assistite da mutuo che si attesta intorno al 70% mentre le transazioni senza mutuo sono praticamente pari a quelle dell’anno scorso. Si conferma cruciale pertanto il ruolo del credito, campo in cui non si può abbassare la guardia nonstante i tassi al minimo e le politiche monetarie di forte supporto […]
Continua a leggere
18/2/2016

Uno sguardo sull’alberghiero

La recente operazione di acquisizione compiuta dal gruppo Marriott nei confronti di prestigiosi brand di lusso come Sheraton e Westin colloca il gruppo americano al primo posto nel mondo nel settore dell’hotellerie con 1,1 milioni di camere, 5.500 hotel in più di cento Paesi. Questo dato testimonia il sempre maggior interesse del real estate turistico che anche nel 2016 sfonderà numeri da primato come nell’anno precedente rendendo ancor più competitivo ed agguerrito un settore dove la comparsa di business alternativi come Airbnb costituisce una sfida impegnativa. Il mercato alberghiero europeo ha assorbito nel 2015 ben 22,8 miliardi di investimenti con un + 79% rispetto all’anno scorso. Il settore va via via aumentando il peso nel portafoglio dei grandi investitori che sono americani e si espandono in Europa con particolare attenzione […]
Continua a leggere
11/2/2016

Riparte il mercato

Il mercato immobiliare riparte anche a Milano sebbene senza l’accelerazione auspicata dal dopo Expo e a tassi di crescita ridotti. Nel 2015 le compravendite in città sono aumentate del 10% , il doppio rispetto alla media del Paese, e il trend è confermato anche per il 2016. Un forte impulso in questa direzione è arrivato dallo sbarco di fondi esteri non speculativi che hanno investito o hanno in prospettiva deciso di investire circa 4 miliardi di euro su Milano. Le dichiarazioni rilasciate alla stampa da Vincenzo Albanese, patron della Sigest e Presidente della Federazione Mediatori e Agenti d’Affari di Milano (FIMAA) , puntano ad evidenziare che in città le zone adiacenti alla linea 4 (in costruzione)  e 5 della metropolitana sono considerate le direttrici del nuovo sviluppo urbanistico cittadino poichè […]
Continua a leggere
24/1/2016

Parliamo di case nuove

Può sembrare un paradosso ma uno dei temi che il mercato immobiliare potrebbe in prospettiva affrontare riguarda la possibile crisi di case nuove. L’interessante riflessione emerge da uno studio presentato pochi giorni fa da Scenari Immobiliari da cui si evince che ad oggi nel Paese ci sono 90.500 unità immobiliari invendute contro le 118.400 di fine 2014. Si assottiglia il numero di case nuove sul mercato anche a Milano, dove da Gennaio 2015 ad oggi le unità nuove in vendita sono calate del 37.1% passando da 3.500 a 2.200. Il dato è confermato dall’attento Ufficio Studi di Sigest Milano che certifica che in centro a Milano oggi ci sono 10 nuove iniziative immobiliari contro le 11 dell’anno scorso. Il calo dell’offerta di nuovo si spiega attraverso due fenomeni: si è […]
Continua a leggere
20/1/2016

Cambio di passo per il terziario

La crisi economica ha lasciato in Italia danni ingenti nel settore dell’edilizia. I livelli occupazionali sono quelli che ne hanno risentito maggiormente ma tutto il mercato ha subito un involuzione di prezzi che , se da un lato , hanno riportato alla normalità un sistema drogato, dall’altro hanno prodotto uno squilibrio tra domanda e offerta come nel caso che analizziamo in questo articolo del settore del terziario e degli uffici in modo particolare. Come emerge dal Secondo Osservatorio sull’offerta di immobili ad uso uffici della città di Milano presentato ieri 19 Gennaio il settore  ha bisogno di interventi di riqualificazione e trasformazione mirati alla riconversione di una porzione consistente di terziario per incrociare l’interesse generato verso Milano dall’Expo e ancor di più dallo sbarco di molti investitori esteri. La qualità […]
Continua a leggere